Domande Frequenti

Il castello di Illasi si può visitare?

Il castello di Illasi collocato sul crinale di una collina ai  piedi della quale si trova il ristorante Le Cedrare di Illasi (VR) non è visitabile.

QUALCHE INFORMAZIONE IN PIU’

Storicamente parlando, approssimativamente verso l’anno 971, il castello di Illasi aveva il compito di contribuire al controllo dei percorsi di fondovalle.

Nel 1004 un documento lo indica proprietà privata del diacono Moisè e nel 1223 risulta in possesso della potente famiglia dei Montecchi.

 Nel 1243 fu occupato da Ezzelino da Romano, quest'ultimo indicato da una bolla di papa Nicolò IV come ricostruttore del complesso, che allora si trovava in un non felice stato di conservazione.

Proprietà privata dei Della Tavola nel corso del XIII secolo, nel 1269 il castello venne occupato da Pulcinella delle Carceri, in lotta con Mastino I della Scala, che lo adibì a proprio rifugio.

Nel 1280 un'incursione padovana lasciò i segni del suo passaggio incrementati successivamente dal ritorno delle truppe veneziane nel giugno 1405 inviate per strappare il castello ai Da Carrara.

 Il castello tornò ad essere teatro di guerra nel 1439 quando il 28 marzo di quell'anno Nicolò Piccinino, capitano di ventura al servizio di Filippo Maria Visconti, pose le tende ad Illasi, dopo aver inflitto una severa sconfitta alle truppe di Venezia.

Nel 1509 questa decise di concederlo in feudo a Girolamo Pompei, detto "Malanchino", la cui famiglia vantava da secoli diritti in quel di Illasi. Nel castello di Pompei tennero la loro residenza anche nel corso dei secoli XVII e XVIII; nel Settecento la sostituzione con la villa costruita al piede dello stesso colle.