Case History

ANNIVERSARIO AL RISTORANTE IN VILLA NEL GIORNO DELLA FESTA DELLA LIBERAZIONE
27 Aprile 2012

ANNIVERSARIO AL RISTORANTE IN VILLA NEL GIORNO DELLA FESTA DELLA LIBERAZIONE

Fonte: Valentina & Dario

Siamo una giovane coppia veronese che quest'anno, per festeggiare l'anniversario di fidanzamento ha deciso di trascorrerlo nell'antica serra della villa veneta settecentesca, oggi trasformata nel rinomato ristorante Le Cedrare di Illasi.

Il giorno dell'anniversario è il 25 aprile, festa della Liberazione e fin da quando ci siamo scelti, abbiamo deciso che, salvo gravi problemi o incombenze, avremmo sempre festeggiato l'anniversario mangiando fuori casa per cena, permettendoci di spendere qualcosina in più.
Questo, dato che non usciamo quasi mai a cenare fuori extra anniversario, salvo compleanni, matrimoni altrui e feste di laurea.

Eravamo soliti recarci in un ristorante veronese in zona lago, sicuramente "economico e a pochi soldi" rispetto a tanti altri eleganti ristoranti di quella zona ... a noi andava bene così.
Bastava essere insieme; ci sembrava di essere delle star con il cameriere che ci serviva spiegandoci gli ingredienti delle pietanze con nomi lunghissimi e complicati; ci faceva assaggiare il vino e se questo non andava bene, via la bottiglia e sotto un'altra ...
Non eravamo abituati a tale trattamento. Questo, dal 2009 al 2011.

Nel 2012, data anche la situazione di crisi generale e le scelte per il futuro che abbiamo deciso di portare avanti insieme, abbiamo scelto di accorciare le distanze ma di portare comunque avanti la "tradizione" di cenare fuori per l'anniversario.

Ci siamo quindi mossi per informarci su quali fossero i ristoranti a Verona e provincia che regalassero un ambiente soft, rillassante ed un po' prezioso per poter festeggiare vicino a casa il nostro anniversario.
E' così che, guardando in internet e tramite una amica che si è sposata ed ha scelto Le Cedrare come luogo del pranzo, incuriosito, anche il mio fidanzato ha optato per vedere come fosse questo ristorante ad Illasi.

Fu così che prenotò per mercoledì 25 aprile, la sera, accolto dalla voce al telefono di Eleonora, moglie di Marcantonio Sagramoso, chef del ristorante. Una coppia simpaticissima, affabile e molto disponibile, soprattuto Eleonora che ci ha invitati ad entrare e ci ha fatto accomodare ad un tavolino rotondo cullati dalla musicalità della fontanella interna della serra, avvolti in un'atmosfera rilassante con luce soffusa, ma non troppo, e musica di sottofondo.

Eravamo già a nostro agio ma affamati e curiosi di vedere e gustare cosa avrebbe offerto la creatività e la passione culinaria dello chef dal sangue blu. Eleonora ci ha gentilmente offerto il menù alla carta: a me quello senza prezzi e a Dario quello con i prezzi.
Sembravo fuori dal mondo, non capivo perchè a me quello senza prezzi e a lui no ... galateo vuole che sia l'uomo a pagare ... e così sia!

Tutto ciò che abbiamo mangiato, dalla pasta al risotto, alla carne, al pesce, dai tortini alle verdure, posso assicurare che tutto ci è stato servito in modo elegante e professionale, si scioglieva in bocca e, a me personalmente, faceva venire di tanto in tanto quei brividi lungo la schiena tipici di quando qualcosa ti aggrada molto!

Antipasto, primo, secondo, contorni e dolce, tutto presentato e spiegato nei minimi particolari, dagli ingredienti alle provenienze del piatto, per un rapporto qualità prezzo davvero unico!

Siamo stati davvero soddisfatti della scelta, tanto che il mio fidanzato, ben più preparato e critico di me per quanto riguarda la scelta dei ristoranti e dal palato molto più attento del mio, ha già promosso a pieni voti il ristorante votandolo come ristorante perfetto per l'anniversario del prossimo 25 aprile 2013.

Personalmente parlando, ve lo consigliamo caldamente sperando che soddisfi appieno anche le vostre esigenze.

Valentina & Dario